La società di gestione patrimoniale britannica annuncia

La società di gestione patrimoniale britannica annuncia l’acquisto di Bitcoin per 15 milioni di dollari

  • La Ruffer Investment Co. ha investito 15 milioni di dollari in Bitcoin.
  • L’investimento ammonta al 2,5% dell’AUM della società.
  • C’è un crescente coinvolgimento istituzionale nella Bitcoin.

Il Trust Project è un consorzio internazionale di organizzazioni giornalistiche che costruisce standard di trasparenza.

La società britannica di gestione degli investimenti Ruffer LLP è l’ultima società quotata in borsa ad annunciare la sua esposizione a Bitcoin (BTC).

Con lo svilimento della valuta all’ordine del giorno in molti paesi e l’affossamento del mercato dei metalli preziosi, diverse organizzazioni di alto profilo stanno ora detenendo Bitcoin Code come attività di riserva di tesoreria.
Ruffer riduce l’esposizione all’oro con una scommessa di 675 milioni di dollari su Bitcoin

Ruffer ha annunciato la notizia con una lettera agli investitori pubblicata il 15 dicembre. Secondo la nota, la società ha stanziato il 2,5% dei suoi 620 milioni di dollari di patrimonio gestito (AUM). La filiale d’investimento della società, Ruffer Investments Co. Ltd., ha gestito l’operazione già a novembre.

Pertanto, l’allocazione ammonta a circa 15 milioni di dollari. La società madre Ruffer LLP detiene oltre 27 miliardi di dollari in AUM.

Commentando la logica alla base dell’acquisto, la società ha rivelato che si trattava di una mossa difensiva volta a ridurre la sua esposizione all’oro, aggiungendo:

„Bitcoin diversifica gli investimenti della società (molto più grandi) in oro e obbligazioni legate all’inflazione, e agisce come una copertura per alcuni dei rischi monetari e di mercato che vediamo“.

La nota Ruffer ha anche descritto il gioco della Bitcoin come una „piccola ma potente polizza assicurativa“ contro lo svilimento della valuta.

Secondo un grafico di asset allocation twittato dall’economista e crittoanalista Alex Krüger, circa l’8,4% del suo AUM è detenuto in contanti. La valuta della sterlina rappresenta oltre l’81% di questa somma.

BTC diventa un Darling tra gli investitori istituzionali

Ruffer si aggiunge ora a una lista crescente di società pubbliche che detengono bitcoin come parte del loro patrimonio aziendale. La società di business intelligence MicroStrategy ha probabilmente dato il via alla tempesta all’inizio dell’anno. L’azienda possiede ora quasi 41.000 BTC del valore di oltre 795 milioni di dollari al prezzo di mercato attuale.

Anche Jack Dorsey Square, di proprietà di Jack Dorsey, ha seguito l’esempio, investendo circa 50 milioni di dollari in bitcoin in ottobre. Come Ruffer, anche l’esposizione Bitcoin di Square è stata pari a una piccola parte – circa l’1% – del suo patrimonio totale.

All’attuale prezzo di BTC, la società si basa su guadagni non realizzati a nord di 40 milioni di dollari dall’acquisto.